Contenuto principale

Profilo

moda

INDUSTRIA E ARTIGIANATO PER IL MADE IN ITALY

sede: via Oderzo

Il Diplomato di Istruzione Professionale nell'indirizzo "Industria e artigianato per il Made in Italy" interviene con autonomia e responsabilità nei processi di lavorazione, fabbricazione, assemblaggio e commercializzazione di prodotti industriali e artigianali nel settore degli articoli di abbigliamento, nonché negli aspetti relativi all'ideazione, progettazione e realizzazione dei prodotti stessi, anche con riferimento alle produzioni tipiche locali.
A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue oltre ai risultati di apprendimento comuni a tutti i percorsi, anche i risultati di apprendimento specifici del profilo in uscita dell’indirizzo, di seguito specificati in termini di competenze.

• Predisporre il progetto per la realizzazione di un articolo di abbigliamento sulla base delle richieste del cliente, delle caratteristiche dei materiali, delle tendenze degli stili.
• Realizzare disegni tecnici e/o artistici, utilizzando le metodologie di rappresentazione grafica.
• Realizzare e presentare prototipi/modelli fisici e/o virtuali di articoli di abbigliamento, valutando la loro rispondenza agli standard qualitativi previsti dalle specifiche di progettazione.
• Gestire, sulla base di disegni preparatori e/o modelli predefiniti nonché delle tecnologie tradizionali e più innovative, le attività realizzative e di controllo connesse ai processi produttivi di beni/manufatti.
• Predisporre/programmare le macchine automatiche, i sistemi di controllo, gli strumenti e le attrezzature necessarie alle diverse fasi di attività sulla base delle indicazioni progettuali.
• Elaborare, implementare e attuare piani industriali/commerciali delle produzioni, in raccordo con gli obiettivi economici aziendali di prodotto e sulla base dei vincoli di mercato.
• Operare in sicurezza e nel rispetto delle norme di igiene e di salvaguardia ambientale, identificando e prevenendo situazioni di rischio per sé, per altri e per l'ambiente.


Codice ATECO

C.14.1 ATTIVITÀ MANIFATTURIERE - CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO

Discipline biennio

Area generale: Lingua e letteratura italiana, Storia, Geografia, Lingua inglese, Matematica, Scienze motorie e sportive, RC o attività alternative.
Area di indirizzo: Scienze integrate, Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, Laboratori tecnologici ed esercitazioni, Tecnologie, disegno e progettazione tessile.

Discipline triennio

Area generale: Lingua e letteratura italiana, Storia, Lingua inglese, Matematica, Scienze motorie e sportive, RC o attività alternative.
Area di indirizzo: Laboratori tecnologici ed esercitazioni tessili (abbigliamento), Tecnologie applicate ai materiali e ai processi produttivi tessili (abbigliamento), Progettazione e produzione tessile, Tecniche di distribuzione e marketing, Storia delle arti applicate.

Scarica il volantino



PRECEDENTE ORDINAMENTO

A partire dall’a.s. 2018/19 è stato avviato il riordino dell’istruzione professionale, giunto nell'a.s. 2020/21 ormai al terzo anno di attivazione dopo dell’entrata in vigore del decreto legislativo 61/2017, pertanto gli studenti iscritti alle classi quarta e quinta del previgente ordinamento continuano nel loro percorso di studio fino al conseguimento del diploma quinquennale.

Settore: Industria e Artigianato - Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali

Articolazione: “Artigianato” Opzione: “Produzioni tessili-sartoriali”

sede: via Oderzo

PROFILI PROFESSIONALI E COMPETENZE

Al termine del percorso di studi di cinque anni si consegue il diploma di istruzione professionale in PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI, acquisendo competenze che consentono d'intervenire nei processi di lavorazione, fabbricazione, assemblaggio e commercializzazione di prodotti industriali e artigianali del settore moda. Il diploma consente l'accesso a TUTTE LE FACOLTÀ UNIVERSITARIE.

LE COMPETENZE CHE SI CONSEGUONO SONO:

  • progettare e interpretare i disegni di una collezione moda in tutti i suoi aspetti stilistici e realizzativi;
  • scegliere e utilizzare le materie prime ed i materiali (tessuti ed accessori) più idonei ai modelli progettati;
  • selezionare e gestire i processi della produzione sartoriale, modellistici e di confezione, in rapporto ai materiali e alle richieste della committenza;
  • utilizzare materiali, macchinari, strumenti di laboratorio e tecnologie computerizzate, nel rispetto della normativa sulla salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro e sulla tutela dell’ambiente;
  • riconoscere gli aspetti di efficienza ed economicità e applicare i sistemi di controllo-qualità nella produzione del prodotto moda;
  • Conoscere e utilizzare i meccanismi e i codici della comunicazione aziendale e del mercato;
  • padroneggiare tecniche e adeguati strumenti gestionali per la diffusione e commercializzazione dei prodotti;
  • La conoscenza di almeno una lingua straniera, con proprietà di linguaggio tecnico, è considerata parte imprescindibile del percorso di studi;

 AMBIENTI DI LAVORO NEL SETTORE MODA

  • Uffici stilistici di abbigliamento e accessori;
  • aziende produttrici artigianali e industriali;
  • showroom e boutique;
  • redazioni editoriali in qualità di consulente stilistico di redazione,

 ALTERNANZASCUOLA-LAVORO

L'ordinamento prevede spazi di aumentata flessibilità, dal secondo biennio al quinto anno, tesa a realizzare un profondo legame con le attività produttive sul territorio, saranno organizzati periodi di attività presso aziende del settore di indirizzo.