Contenuto principale

Consiglio d'Istituto

Il Consiglio di Istituto – triennio 20  -  

COMPONENTE

NOMINATIVO

INCARICO

DIRIGENTE SCOLASTICO

ELVIRA FERRANDINO

Presidente Giunta Esecutiva

     

GENITORI

 

 

 

CENSI RICCARDO

Presidente del Consiglio

 

 BAVESTRELLO LIDIA

Consigliere

 

 GHISLANDI ROBERTO

Consigliere

 

 PRADELLA MARINA

Consigliere

DOCENTI

 

 

 

 BOZ ANNAMARIA

Consigliere

 

 CAVALLUZZI ALFONSINA

Consigliere

 

 FIOCCHI GIANCARLO

Consigliere

 

 FIORE ANTONIO MARIA

Consigliere

 

 IACAZIO ELISA

Consigliere

 

 MANGIARDI LUCIANO CARLO

Consigliere

 

 TOSCANO ANTONIO

Consigliere

 

 VALLE-RUGO MARINA SOFIA

Consigliere

     
ATA    
  FORTUNALI SANTO Consigliere
  LORUSSO LEO NASTASI Consigliere
     
ALUNNI    
  LOVATI BARBARA  
  MIAN FRANC  
  SCALVINI LISA  
  TURRI ELENA  

Il Consiglio di Istituto nelle scuole con popolazione inferiore a 500 alunni  è composto da 14 persone:

  • 6 rappresentanti del personale docente
  • uno del personale amministrativo, tecnico e ausiliario
  • 6 dei genitori degli alunni
  • il dirigente scolastico.

 Nelle scuole con popolazione superiore a 500 alunni è costituito da 19 componenti:

  • 8 rappresentanti del personale docente
  • 2 del personale amministrativo, tecnico e ausiliario
  • 8 dei genitori degli alunni
  • il dirigente scolastico.

Il consiglio di istituto definisce e adotta gli indirizzi generali; determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico.

Spetta al consiglio l’adozione del regolamento interno, l’acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione ad attività culturali, sportive e ricreative; delibera eventuali iniziative assistenziali.

Nel rispetto delle competenze del collegio dei docenti e dei consigli di classe, ha potere deliberante, su proposta della giunta, per quanto concerne l’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, nelle seguenti materie:
a) adozione del regolamento interno dell’istituto che deve fra l’altro, stabilire le modalità per il funzionamento della biblioteca e per l’uso delle attrezzature culturali, didattiche e sportive, per la vigilanza degli alunni durante l’ingresso e la permanenza nella scuola nonché durante l’uscita dalla medesima, per la partecipazione del pubblico alle sedute del consiglio;
b) acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche e dei sussidi didattici, compresi quelli audio-televisivi e le dotazioni librarie, e acquisto dei materiali di consumo occorrenti per le esercitazioni;
c) adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
d) criteri generali per la programmazione educativa;
e) criteri per la programmazione e l’attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche, extrascolastiche,
con particolare riguardo ai corsi di recupero e di sostegno, alle libere attività complementari, alle visite guidate e ai viaggi di istruzione;
f) promozione di contatti con altre scuole o istituti al fine di realizzare scambi di informazioni e di esperienze
e di intraprendere eventuali iniziative di collaborazione;
g) partecipazione ad attività culturali, sportive e ricreative di particolare interesse educativo;
h) forme e modalità per lo svolgimento di iniziative assistenziali che possono essere assunte dall’istituto.

Il consiglio di istituto indica, altresì, i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione ad esse dei singoli docenti, all’adattamento dell’orario delle lezioni e delle altre attività scolastiche alle condizioni ambientali e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe; esprime parere sull’andamento generale, didattico ed amministrativo, dell’istituto, e stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi.

Esercita le funzioni in materia di sperimentazione ed aggiornamento e le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici. Delibera, sentito per gli aspetti didattici il collegio dei docenti, le iniziative dirette alla educazione della salute e alla prevenzione delle tossicodipendenze.

Gli atti del consiglio di istituto sono pubblicati in apposito albo della scuola.